prev next
play

TERRA JOVIA

Nel 1788, come indica l’antica incisione su pietra all’ingresso della cappella privata consacrata alla Madonna della Pietà e custodia del quadro di Santa Sofia Patrona di Gioia Del Colle, tale Vincenzo Monte (sacerdote del tempo), sotto il regno di Ferdinando IV di Borbone, decise di edificare una casa padronale nella piccola cittadina di Gioia Del Colle in borgo S. Vito. Sin dall’inizio l’agricoltura e l’allevamento furono le attività che caratterizzarono la vita di questa casa e sopratutto la viticoltura e la vinificazione, alla quale fu dedicata un’intera ala dello stabile. Fino al 1970 l’attività vitivinicola fu praticata regolarmente grazie anche all’amore ed alla passione per questo lavoro di due grandi amici, Luigi Filippo Colapinto e Leonardo Petrera. Ma a volte amore e passione non bastano e nei primi anni settanta l’attività fu interrotta. Nel 2004, dopo più di trent’anni, il nipote di Luigi Filippo Colapinto, suo omonimo, e il figlio di Leonardo Petrera, Nicola, hanno deciso di riprendere l’attività dando vita a TERRA JOVIA.